I miracoli esistono. Storia di Giorgio Perlasca di Sara Rattaro - Mondadori, 2021
“Le parole di un libro bruciano più del fuoco. Vivono più del fuoco.”

Questa, nonostante la finzione, è una storia vera. Una storia che noi tutti conosciamo come un capitolo oscuro del secolo scorso. Una storia che testimonia come il male può tramutarsi da indifferenza a normalità.

Ma è anche una storia che in molti punti brilla, di una luce che scalda, quella del bene e della solidarietà. E Giorgio Perlasca è stato un barlume di speranza di questa storia. Un uomo coraggioso e altruista, che ha saputo prendersi cura di un gruppo di uomini indifesi e disorientati, regalando loro forza e fede.

E ancora oggi non tutti conoscono la sua storia.

Sara Rattaro ce la consegna in un libro di narrativa per ragazzi I miracoli esistono. Storia di Giorgio Perlasca edito da Mondadori che appassiona anche il pubblico adulto, il quale fra le pagine sente accorciarsi lo scorrere del tempo, poiché quella storia è più vicina ai grandi che ai piccoli.

Era la fine degli anni ‘80 quando si cominciò a sentire parlare di lui, di un uomo giusto che salvò la vita a molti ebrei nella Budapest del 1944, dove si finse ambasciatore di Spagna, e grazie a quella bugia riuscì a impedire una serie di massacri da parte dei nazisti. Fermò il tempo più di una volta, allungò quello della possibilità dilatando il tempo della speranza.

Lo conobbe di persona Brigitte, la protagonista de I miracoli esistono che, adolescente, percorre le strade di Budapest con un peso sul cuore: non poter vivere la spensieratezza della sua età.

Nella sua città, l’avanzata nazista divide la popolazione: da una parte gli ebrei privati dei loro beni e sempre più della libertà, dall’altra gli abitanti che di fronte a tutto ciò voltano lo sguardo dall’altra parte, incapaci di opporsi al male che avanza.

Di questa storia è all’oscuro Alice, dodicenne del 1987, che trascorre i suoi pomeriggi assieme all’anziana vicina affettuosa, la quale le insegna a cucinare squisiti dolci e, nei momenti di sconforto, le porge tazze di cioccolata calda dall’ingrediente segreto. Questa donna è Brigitte, la cui storia si intreccia a quella di Alice, che imparerà il coraggio di saper dire di no alle ingiustizie che tormentano la sua vita di studentessa delle medie.

“Non riuscivo a smettere di pensarci. Tutto quanto mi aveva raccontato Brigitte della sua storia a Budapest si mescolava con quanto stava accadendo a scuola.”

Fra le pagine de I miracoli esistono si sente il profumo della cioccolata e si ingoia l’amaro di una verità troppo dolorosa da mandare giù. Si mescolano la dolcezza dell’affetto di chi crede ancora nella forza dei miracoli e la durezza di una realtà che il tempo non è riuscito ancora a sciogliere.

“Ogni mattina, appena il sole spuntava, mi recavo accanto al cancello ad aspettare. Un giorno, forse il più freddo, mio padre mi accompagnò e si sedette accanto a me. «Perché ci odiano?» gli domandai, tenendo le ginocchia abbracciate al petto. Lui mi guardò a lungo prima di rispondere. «Ci considerano diversi e le persone hanno spesso paura di ciò che vedono diverso.» Avrei voluto dirgli che la loro non era paura ma crudeltà, che quando si ha paura si scappa come facevamo noi, ma in fondo capivo cosa volesse dire. «Diversi?» mi limitai a rispondere. «Io ho i capelli biondi e gli occhi chiari… Cosa c’è di così diverso?» «Non fare il loro stesso errore, tesoro! Non è mai una questione di aspetto, di pelle o di razza. Loro ragionano così, ma il cuore pulsa dentro le persone nello stesso identico modo. È questo che ci rende uguali.» Abbassai lo sguardo a terra e lui continuò. «Quello che sta accadendo non troverà mai una spiegazione. Non ci basterà una vita per capire. Noi accendiamo le candele dello Shabbat, frequentiamo la sinagoga, siamo ebrei. Dobbiamo esserne orgogliosi.»”

Giorgio Perlasca. I miracoli esistono di Sara Rattaro - Mondadori, 2021
Il Giusto Giorgio Perlasca, 31 gennaio 1910 – 15 agosto 1992

E mentre la speranza vacilla, nonostante l’odio, la violenza e la codardia, Brigitte non si arrende, continua a lottare grazie alla determinazione di Perlasca, sempre accanto a lei, pronto a donarle speranza, a permetterle di credere ancora nei sogni.

«Questa guerra è vera. Quello che vi stanno facendo è vero. La fame e il freddo sono veri, ma anche l’impossibilità di uscire e la certezza di venire torturati e uccisi dai nazisti se vi allontanate da qui sono vere. Sei sicura che sia la verità quello di cui abbiamo bisogno ora?»

Una bugia salvò molti ebrei nei giorni in cui Budapest era assediata dai nazisti, sempre più smarriti e capaci di commettere le più gravi atrocità, mentre i sovietici erano quasi alle porte.

Una rischiosa bugia li salvò, e quella bugia si trasformò nell’unica verità possibile:

“Se vuoi salvare qualcuno ti importa solo che sia un essere umano.”

La penna di Sara Rattaro incide una verità difficile, stemperata da un tratto morbido che la rende più comprensibile ai ragazzi perché, se riuscire a spiegare la verità di questa storia resta impossibile, provare a raccontarla da una prospettiva più umana è possibile. Ed è questo il pregio della narrazione dell’autrice de I miracoli esistono: non aver sottratto al dramma il pubblico giovanile, ma essere riuscita a calarlo completamente in una vicenda che è stata e che può essere ancora, nella consapevolezza che a fare la differenza sono le scelte che ognuno, nel proprio piccolo, decide di compiere.

I miracoli esistono, corredato dalla preziosa prefazione di Franco Perlasca, figlio del nostrano eroe raccontato, è dunque un romanzo di formazione, dove la maestra è proprio la storia con i suoi drammi e i gesti umani che le sopravvivono.

“… il male non è mai radicale, ma soltanto estremo (…) Solo il Bene ha profondità, e può essere radicale.” (Hannah Arendt)

Scheda del libro

I miracoli esistono di Sarata Rattaro - Mondadori, 2021Autore: Sara Rattaro

Genere: Narrativa per ragazzi

Casa editrice: Mondadori

Pagine: 176

Prezzo: Euro 16,00

EAN: 9788804743903

Le illustrazioni di copertina sono di Francesca D’Ottavi.

 

Chi è Sara Rattaro

Sara Rattaro

Laureata in Biologia e Scienze della comunicazione, Sara Rattaro ha conseguito il master in divulgazione scientifica “Rasoio di Occam” e ha lavorato come informatore farmaceutico prima di dedicarsi completamente alla sua grande passione, la scrittura. Ha esordito nel 2010 con Sulla sedia sbagliata vincitore nel 2015 del premio Speciale “Fortunato Seminara” al Rhegium Julii pubblicato per Morellini Editore, per cui dal 2019 coordina la collana di narrativa Varianti. È autrice di grandi successi, a partire da Un uso qualunque di te pubblicato per Giunti nel 2012, che in poche settimane scala le classifiche dei libri più venduti, a cui segue per Garzanti Non volare via grazie al quale vince il Premio città di Rieti 2014, mentre nel 2016 con Splendi più che puoi si aggiudica il Premio Rapallo Carige per la donna scrittrice. Successivamente con Sperling & Kupfer pubblica L’amore addosso, Andiamo a vedere il giorno e Una felicità semplice. Per Mondadori scrive nel 2017 il suo primo romanzo per ragazzi, Il cacciatore di sogni, cui segono nel 2019 Sentirai parlare di me , nel 2020 La formula segreta e nell’ottobre 2021 I miracoli esistono .

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here